mercoledì 11 dicembre 2019
  • 0
il Timone N. 189 di Novembre 2019
Il caso Emily Rose secondo padre Amorth

Questa ragazza sorridente si chiama Anneliese Michel. È tedesca – originaria di Klingenberg, piccola cittadina della Franconia – e il suo caso è unico nella storia degli esorcismi. Infatti Anneliese è morta in un periodo in cui riceveva esorcismi. È morta il 1° luglio 1976 all’età di 23 anni. Pesava poco più di 30 chili.  Era in cura da un neurologo, per attacchi notturni. Soffriva di epilessia. Durante questi spasmi affermava di vedere spaventose figure diaboliche e sentiva odori puzzolenti. I suoi genitori e i due sacerdoti esorcisti – fatto mai accaduto nella storiografia degli esorcismi – per la sua morte sono stati incriminati, sottoposti a processo penale e condannati.

La vicenda di questa ragazza lascia a bocca aperta ed è uno dei casi di esorcismo più discussi al mondo. Ma il fatto particolare è che sono riuscito a ritrovare una scatola in cui avevo riposto delle cose che mi aveva lasciato padre Gabriele Amorth, il noto esorcista scomparso il 16 settembre 2016.  Ero andato a trovarlo a Roma…

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Novembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: