giovedì 13 dicembre 2018
  • 0
il Timone N. 171 di Marzo 2018
Culle vuote, Italia alla deriva

C’è una favoletta che circola da tempo nelle cancellerie occidentali e nei laboratori intellettuali dove si (de)forma l’opinione pubblica, e che ritroviamo pari pari sulle pagine dei testi scolastici “politicamente corretti” in mano ai nostri figli e ai nostri nipoti, e cioè che la crisi demografica dell’Europa, il crollo verticale delle nascite, saranno ampiamente compensati dall’arrivo di forze fresche, dagli immigrati: entrando nella società europea a ogni livello, costoro ne garantiranno il futuro e la sopravvivenza.

Laura Boldrini, presidente della Camera nella legislatura appena conclusa, è giunta ad auspicare l’arrivo in Italia di 300-400.000 immigrati l’anno, una “risorsa” per impedire che la popolazione scenda nel medio periodo al di sotto di 45 milioni di unità. In realtà, non è affatto una soluzione l’importazione massiccia di migranti dall’estero, come spiega da tempo Gian Carlo Blangiardo, docente di demografia alla Bicocca di Milano, perché ormai è un dato di fatto l’assestamento verso il basso della natalità anche nelle famiglie straniere che si stabilizzano in Italia…

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Marzo.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica per dare voce alle ragioni della fede, per promuovere la cultura cattolica, per difendere la Chiesa e il Papa.

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: