venerdì 19 aprile 2019
  • 0
il Timone N. 181 di Febbraio 2019
Travolti dalla macchina del trash

Letteralmente «trash», in inglese, significa «spazzatura», ma oggi è un termine usato comunemente per designare tutti quei contenuti, dall’indiscutibile gusto scadente e volgare, destinati a una comunicazione di massa, come quella, appunto, per il piccolo schermo. Confuso e mischiato spesso con il pop, il popolare, il trash domina buona parte del palinsesto pomeridiano della televisione nostrana.

Nell’ultimo rapporto Moige sulla stagione televisiva passata (2017-2018), a finire nella categoria dei bidoncini della spazzatura, sono stati infatti alcuni noti programmi del pomeriggio, come Uomini e Donne e Domenica Live, con la bocciatura anche di Pomeriggio Cinque. Ma che cosa può essere definito «trash»?…

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Febbraio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica per dare voce alle ragioni della fede, per promuovere la cultura cattolica, per difendere la Chiesa e il Papa.

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: