domenica 26 maggio 2019
  • 0
NEWS 1 ottobre 2014    
Badare ai figli in chiesa e non riuscire a seguire la Messa? E’ un allenamento prezioso alla vita di fede

di Jennifer Fitz

Quella partecipazione ultra-attiva alla Messa (altro che la «actuosa participatio» richiesta dalla Sacrosanctum Concilium ndr...) che è il dover badare come genitori a dei figli piccoli tra i banchi della chiesa, significa il non poter mai, e dico mai riuscire a recitare una preghiera fino in fondo senza interruzioni: Agnello di Dio… smetti di dare a fastidio a tua sorella!... abbi pietà di noi. I contemplativi o i mistici vivono senza problemi l’interruzione delle proprie estasi. Ma chi mistico non è e si ritrova continuamente a dire al Signore «dov’eravamo rimasti»? Beh, così è la vita cristiana.

Arriverà un tempo, quando sarete vecchi e di nuovo soli, in cui avrete bisogno di re-imparare l’arte dei lunghi colloqui con Dio. E non ne sarete capaci se non siete passati prima per la scuola della distrazione. Andare a Messa con i figli piccoli ci insegna questo: a ricordare Dio. A non dimenticarlo mai, anche quando tutto cospira per cercare di farcelo dimenticare.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: