mercoledì 20 giugno 2018
  • 0
NEWS 12 marzo 2018    
Benedetto XVI cominciò a parlare di dimissioni dall’aprile 2012

«Il Papa [Benedetto XVI] fece un cenno fugace ad una eventuale possibilità di rinuncia al ministero già nell’udienza del 30 aprile 2012 che poi cadde nel silenzio ma che ritornò in un colloquio confidenziale nel mese di agosto, mentre eravamo a Castel Gandolfo. Io feci fatica a credere che avrebbe preso veramente tale decisione e, con rispetto ma con forza, gli presentai una serie di ragionamenti che ritenevo fossero fondati per il bene della Chiesa e per sventare una generale depressione del popolo di Dio, davanti al suo buon Pastore». E’ quanto si legge a pagina 127 del libro scritto dall’ex Segretario di Stato, cardinale Tarcisio Bertone, e prossimo all’uscita.

La notizia riguarda le dimissioni di Papa Ratzinger, quel gesto di rinuncia che poi venne compiuto l’11 febbraio 2013. Secondo questa ricostruzione di Bertone, l’idea delle dimissioni sarebbe maturata nel Papa dopo il viaggio che Benedetto XVI compì a Cuba e in Messico nel marzo del 2012.

Nel libro I miei Papi (Elledici), che uscirà il prossimo 20 marzo nelle librerie, Bertone spiega che fece fatica «a credere che il Papa avrebbe preso veramente tale decisione e, con rispetto ma con forza, gli presentai una serie di ragionamenti che ritenevo fossero fondati per il bene della Chiesa e per sventare una generale depressione del popolo di Dio, davanti al suo buon Pastore. Eravamo in pieno Anno della Fede, incominciai la mia resistenza per ottenere almeno una dilazione sulla data dell’annuncio di questa decisione che consideravo tremenda e che portavo con grande sofferenza».

«Man mano che passava il tempo», scrive ancora Bertone, «il Santo Padre non solo non recedeva, ma si confermava nella decisione presa in tutta coscienza davanti al Signore. Era intenzionato a pubblicare la dichiarazione di rinuncia prima di Natale, ma io gli dicevo che per Natale doveva farci dono del suo libro sull’infanzia di Gesù di Nazaret e questo annuncio avrebbe sconvolto l’opinione pubblica, turbato il clima natalizio e disperso i frutti di questo dono».

Arrivò così il concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto, l’11 febbraio del 2013. Quando Benedetto XVI stupì il mondo intero.


Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica per dare voce alle ragioni della fede, per promuovere la cultura cattolica, per difendere la Chiesa e il Papa.

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: