giovedì 23 maggio 2019
  • 0
NEWS 8 luglio 2015    
Ecco  «Whisper», l’app dove le donne raccontano l’aborto. Tutta la banalità  dell’orrore

L'anonimità permette di dire le cose senza paura. Si scopre così che una donna che aveva appena abortito è andata a passare la serata in discoteca. Si tratta di Whisper, una nuova app dedicata a tutte le donne, dove possono confidarsi e raccontarsi tutto tra di loro.

Recentemente è stato chiesto di commentare e condividere eventuali casi di aborto, una sorta di terapia anche se come si legge oggi un un articolo del Daily Mail le dichiarazioni sono alquanto sconcertanti. Il livello, come si legge nell'articolo, è del tipo: "Abortire è stata la decisione più semplice della mia vita".

Un'altra ha raccontato di aver abortito cinque volte perché sebbene le piaccia rimanere incinta non si sente ancora pronta per avere dei figli. "Ho abortito una settimana fa" dice un'altra ancora, "non mi sento per nulla in colpa, sono anche andata in discoteca la sera dello stesso giorno". "Ho avuto due aborti in due anni, continuo ad aspettarmi il senso di colpa ma al momento non sento ancora nulla"; "Sono passati cinque anni dall'aborto e non sento alcun senso di colpa, nessun pentimento, nessun ripensamento, assolutamente nulla".

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: