lunedì 30 marzo 2020
  • 0
NEWS 9 giugno 2016    
Fremiti totalitari nel PD per silenziare le famiglie che bocceranno il governo al referendum di autunno

Sabato 28 maggio 2016 all’auditorium dell’Antonianum in Viale Manzoni a Roma si è tenuta la II Convention del Comitato Difendiamo i nostri figli, una convention che aveva come punto centrale la nascita del Comitato delle Famiglie per il NO al referendum sulla riforma della Costituzione.

Si trattava di un evento rilevante in quanto l’organizzazione che ha portato la più grande massa di persone in piazza degli ultimi anni prendeva posizione sul referendum costituzionale del prossimo ottobre. Ciononostante le grandi testate hanno ignorato l’avvenimento che veniva significativamente segnalato solo da Avvenire, Il Giornale e L’Unità, per il resto le ricerche su Google non danno risultati.

Avendo personalmente assistito all’intervento di Massimo Gandolfini e avendo avuto modo di vedere un video estremamente efficace che mostrava le ragioni per il NO ho voluto rivederlo la sera stessa nella registrazione della Convention su Youtube, ma avviando il filmato compariva una schermata scura con la scritta:

“Questo video include contenuti di RAI che sono stati bloccati dallo stesso proprietario per motivi di copyright.”

Per chi usa comunemente Youtube una simile velocità nel rimuovere contenuti coperti da copyright ha del sorprendente. Ho quindi contattato il comitato organizzatore ricevendo la conferma che si trattava proprio della violazione del copyright di uno spezzone della trasmissione RAI “Gazebo” del  12 / 05 / 2016, contenente una dichiarazione dell’On. Monica Cirinnà a Pierfrancesco Citriniti e Diego Bianchi.

Il filmato della Convention è stato poi ripristinato ma mancante del pezzo con il video contenente le dichiarazioni dell’On. Cirinnà, la cosa è evidente osservando il taglio presente tra il minuto 43 e 44 dove viene anche effettuato un singolare ringraziamento per un video che non esiste.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: