domenica 31 maggio 2020
  • 0
NEWS 26 marzo 2018    
La San Pietro africana entra nel guinness dei primati

 

Se chiedeste al cattolico medio quale sia la chiesa più grande del mondo, direbbe sicuramente San Pietro a Roma. Ma c’è una risposta sorprendente: è nella piccola Costa d’Avorio. La Basilica di Nostra Signora della Pace è una basilica minore cattolica dedicata a Nostra Signora della Pace a Yamoussoukro, la capitale amministrativa della Costa d’Avorio. La basilica fu costruita tra il 1985 e il 1989. I disegni della cupola e della piazza circondata sono chiaramente ispirati alla Basilica di San Pietro nella Città del Vaticano, anche se non è una replica completa. La prima pietra fu posta il 10 agosto 1985 e fu consacrata il 10 settembre 1990 da Papa Giovanni Paolo II.

Con una superficie di 30.000 metri quadrati, il Guinness World Records elenca la Basilica di Nostra Signora della Pace come la più grande chiesa del mondo, dopo aver superato il precedente detentore del record, la Basilica di San Pietro. Tuttavia, comprende anche una canonica e una residenza (contate nella zona complessiva), che non sono strettamente parte della chiesa. Nonostante le sue dimensioni esterne, San Pietro è ancora più grande internamente, in grado di ospitare quasi 60.000 fedeli, rispetto ai 18.000 della Basilica africana.

Nonostante le sue dimensioni massicce, la Basilica di Nostra Signora della Pace è relativamente sconosciuta in tutto il mondo. Questo punto evidenzia l’atteggiamento di molti cattolici verso le realtà della Chiesa nel 21° secolo. Molte persone in Occidente, quando pensano al cattolicesimo, pensano alle chiese storiche d’Europa. Ma spesso, quelle chiese sono situate in quelli che ora sono paesi radicalmente secolarizzati e sono per lo più vuoti. La Chiesa d’Occidente si sta restringendo o stagnando nella crescita.

Ma in Africa, il cristianesimo sta esplodendo. Nel 1900, l’intero continente africano aveva a malapena un paio di milioni di cattolici. Oggi ci sono quasi 200.000.000 di cattolici in Africa. Estrapolando questa tendenza, entro il 2040 ci saranno circa 460 milioni di cattolici africani. Per la prospettiva, quel numero sarebbe maggiore della popolazione mondiale totale dei cattolici come si trovava poco prima del Concilio Vaticano II. Secondo stime, nel 2030, ci saranno più cattolici in Africa che in Europa.

Fonte: Ucatholic

 

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: