martedì 15 ottobre 2019
  • 0
NEWS 5 giugno 2014    
La straordinaria epopea
del padre gesuita Giuseppe Cataldino, marchigiano, apostolo del Sudamerica

Padre Giuseppe Cataldino, gesuita marchigiano, è stato uno dei fondatori delle missioni del Paraguay, le famoso, gloriose e purtroppo bistrattare reducciones, che, spesso a costo della vita, portarono il Vangelo alle tribù indiane e ne trasformarono le culture primitive in fiorenti esempi di civiltà.

Nato a Fabriano, in provincia di Ancona, nel 1574, padre Cataldino morì a San Ignacio Miní nel 1653. Per l’America partì che era ancora novizio; dapprima approdò in Perù e da qui, nel 1605, fu inviato nel Paraguay. Nel 1609 venne designato per fondare nuove missioni nella regione del Guayrá, dove quindi rimase molti anni come Padre Superiore.

Ai missionari come lui è dedicato il famoso Mission, diretto da Roland Joffe nel 1986. Per circa un secolo e mezzo, gli indios vennero sottratti alla piaga della schiavitù solo grazie alla protezione loro offerta dei padri missionari come Cataldino. Nel gesuita marchigiano rivive davvero tutta la maestosa epopea dell’evangelizzazione del Nuovo Continente tra testimonianza e martirio.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: