domenica 31 maggio 2020
  • 0
NEWS 16 novembre 2016    
Le reliquie di san Giovanni Paolo II e di santa Faustina Kowalska misericordia per tutto il Giappone

di Vincent Lazun Naw San*

 

Ieri 13 novembre, nella mattina, mons. Peter Takeo Okada, arcivescovo di Tokyo, insieme con il nunzio apostolico mons. Joseph Chennath e altri sacerdoti hanno concelebrato la messa di chiusura dell’Anno della Misericordia nella cattedrale di Tokyo, dedicata a Santa Maria.

All’importante occasione hanno partecipato tanti fedeli giapponesi della capitale, come pure molti immigrati da vari Paesi: coreani, vietnamiti, filippini, birmani e qualche gruppetto di europei. Un coro ha sottolineato con canti la solennità dei diversi momenti.

All’interno della messa è stato inserito anche rito per i bambini che si chiama Shichi-go-san. In origine questo rito proviene dalla cultura shintoista: i bambini di sette, cinque e tre anni vengono portati al tempio per essere benedetti dal sacerdote. Nella cerimonia di ieri è stato il vescovo a benedire i bambini.

Di solito, la festa del Shichi-go-san viene celebrata il 15 di novembre, una data che la cultura shinto reputa fortunata. Nella mentalità giapponese, i numeri dispari sono numeri fortunati. Essi vengono portati al tempio perché siano protetti dai Kami (divinità). Nel caso del cristianesimo, essi sono benedetti da Gesù che nel vangelo ha benedetto i bambini.

Durante la messa vi è stata l’esposizione delle reliquie di san Giovanni Paolo II e di santa Faustina Kowalska. Il santo papa polacco è una figura molto stimata dai giapponesi, che lo aveva ricevuto con grande solennità nel 1981. La Kowalska è l’iniziatrice della devozione alla Divina misericordia, la cui festa è stata introdotto nella Chiesa cattolica da Giovanni Paolo II.

La cerimonia di chiusura del Giubileo aveva come intenzione quella di domandare a Dio, per la grazia dei due santi, la misericordia per tutto il popolo giapponese.

* missionario del Pime in Giappone

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: