giovedì 17 ottobre 2019
  • 0
NEWS 14 agosto 2019    di Redazione
Mogli cattoliche tradizionali, il racconto di un matrimonio fallito e la rinascita

Ringraziamo questa lettrice per la testimonianza che ha offerto per la serie “Mogli cattoliche tradizionali cercasi, modello 2019”. Da storie come questa si comprende di quanto il cuore dell’uomo sia sempre bisognoso della Grazia per non perdersi.  E tu cosa intendi per “moglie cattolica tradizionale”? Scrivi a redazionetimone@gmail.com (no perditempo, massimo 3.000 battute spazi compresi).

Non credo esista persona che si sposi con l’intento di fallire nel progetto. Se sei cattolica/o non lo puoi/vuoi minimamente nemmeno considerare. Anch’io, come tutte, credevo fermamente che lui fosse l’uomo che il Signore aveva pensato per me. Sì, sapevo bene che il “per sempre” sarebbe stato possibile solo con la Grazia e che sarebbero arrivati momenti difficili.

Percorsi Cristiani, ritiri spirituali, corso prematrimoniale. Io ragazza di parrocchia lui pure. Un fidanzamento cattolico.

Possibile che le mie fragilità non mi abbiano permesso di vederlo con raziocinio. Non sono stata in grado di guardarlo senza la paura di scoprirlo diverso da ciò che mi faceva vedere e probabilmente, sarebbe stato impossibile farlo. Di storie come la mia ce ne sono tante eppure non vuoi credere che stia capitando proprio a te.

Inutile cercare di spiegare i motivi. E’ stata la mia storia, il mio cammino, la mia vita.

Tre anni di matrimonio in cui ho invocato la Grazia, ho pregato tutto il paradiso, ho accettato, servito e dato tutto ciò che potevo per riuscire a recuperare una situazione nata nell’inganno perfetto anziché nella Verità.

Un’unione che mi stava logorando anima e corpo.

L’esperienza più dolorosa per il mio cuore di donna e di sposa. Il mio vivere cristianamente (teoricamente condiviso) è diventato uno strumento di ritorsione. La promessa davanti a Dio usata come manette per ricordare che non si poteva scappare. Un’unione che mi stava portando sulla strada opposta al matrimonio. All’odio al posto dell’amore, alla morte al posto della vita.

È bello leggere l’entusiasmo delle spose, ma esistono drammi che flagellano i cuori ed è possibile tornare alla Vita e purtroppo, quando sei nella gioia dell’aspettativa non vuoi e non puoi prevedere ciò che può succedere. Perché giustamente, ti affidi e ti fidi.

Il matrimonio è stato dichiarato nullo. Quella sentenza è stata una Grazia.

La mia testimonianza resterà viva per sempre, per ogni persona che si trova ingabbiata in un inganno difficile da portare alla luce. La Verità vince. La Vita trionfa. Il Signore ha spalancato porte che mai avrei pensato di dover aprire e mi ha plasmato il cuore facendomi vivere concretamente la Sua Misericordia.

La mia preghiera sarà sempre per ogni persona che si siede a tavola in disperato silenzio e il cui pianto viene ignorato affinché la Grazia si manifesti e possa tornare alla Vita.

Io sarò sempre grata.

Lettera firmata


Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: