giovedì 25 aprile 2019
  • 0
NEWS 23 gennaio 2017    
Pacificare il mondo arabo, il presidente cattolico Aoun ricorda al mondo qual è la missione storica del Libano

Non è più tempo di giocare ma dobbiamo compiere il nostro dovere di nazione. Il capo di Stato Michel Aoun l’ha affermato con chiarezza nel suo discorso davanti al corpo diplomatico il 17 gennaio scorso: le lezioni apprese dalla guerra del 1975-1990 dobbiamo ora sforzarci di trasmetterla a tutti gli Stati arabi scossi dalla violenza. E la prima di queste lezioni è che “ogni guerra deve avere una fine”. Perché non si è capito nulla della guerra finché non si impara a odiare la guerra e a preferirle una soluzione negoziata.

Provvidenzialmente salva dalla violenza di questi tempi, il Libano non dovrebbe accontentarsi di compiacersi e ricordarsi che non è stato sempre così. Pur difendendo le frontiere, il Libano, o piuttosto la diplomazia libanese dovrebbe ingegnarsi oggi ad essere l’infaticabile avvocato di un arresto della violenza. Ciò facendo, il regime dovrebbe staccarsi dagli Hezbollah che offre assistenza al regime siriano e con questo perpetua il ciclo di violenze e il progetto di una soluzione violenta della crisi siriana. La dinamica della moderazione di cui il Libano è testimone in questo momento, che sul piano interno ha permesso al Paese di ritrovare il suo spirito e le sue istituzioni, potrebbe ispirare altri a estinguere i conflitti invece di attizzarli.

La missione diplomatica del Libano nel mondo arabo potrebbe anche raddoppiarsi in una missione culturale, storica, spirituale e andare oltre il mondo arabo per raggiungere una Europa malmenata. In effetti, nel mondo arabo, appianare i conflitti politici potrebbe rivelarsi insufficiente, se questa pacificazione non diviene doppia con l’instaurazione di un dialogo in profondità fra le due grandi famiglie dell’islam, in modo da superare le questioni che le hanno generate. E chi meglio di un élite intellettuale libanese potrebbe farlo? Fra noi vivono uomini eccezionali che potrebbero offrire il meglio di sé.

La missione del Libano potrebbe anche superare le frontiere del Machrek e del mondo arabo e toccare il bacino del Mediterraneo, il Mare Nostrum.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica per dare voce alle ragioni della fede, per promuovere la cultura cattolica, per difendere la Chiesa e il Papa.

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: