venerdì 16 novembre 2018
  • 0
il Timone N. 170 di Febbraio 2018
Fuga per la vittoria

Di lui, della leggenda dello sci di fondo italiano, ne hanno fatto un film. Si intitola A passo d’oro e ha vinto diversi premi cinematografici, forse perché racconta di una leggendaria vittoria, quella di Franco Nones alle Olimpiadi invernali di Grenoble nel 1968. Nato a Castello di Fiemme nel 1941, Nones vinse la 30 km divenendo in un colpo solo il primo olimpionico italiano della storia dello sci di fondo e il primo atleta a interrompere il dominio nordico. «Un montanaro figlio della sua montagna», dice di lui padre Serafino Tognetti, monaco che i lettori del Timone conoscono bene. E come tale «capace di avere obiettivi chiari nella vita e di raggiungerli con sacrificio».

Nones, cosa ricorda di quel 7 febbraio 1968?

«É sempre un bel ricordo perché in quel momento gli scandinavi avevano la totale supremazia su tutto il resto del mondo. A dire il vero, li avevo già battuti qualche volta nelle mie trasferte in Scandinavia e in cuor mio sapevo che poteva succedere un po’ di tutto. Così ho trovato la giornata giusta e li ho battuti alle Olimpiadi: come dicevano i giornali svedesi era “scoppiata la bomba italiana”»…

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Febbraio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica per dare voce alle ragioni della fede, per promuovere la cultura cattolica, per difendere la Chiesa e il Papa.

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: