giovedì 17 ottobre 2019
  • 0
NEWS 10 giugno 2014    
La buona battaglia di Lech Walesa in un film. Per un mondo che ha rimosso tutto troppo in fretta

I più giovani forse nemmeno conoscono il nome di Lech Walesa, l’elettricista polacco che guidò il suo popolo contro il totalitarismo comunista davvero provocandone l’inizio della fine.

Fu infatti dopo che il regime di Varsavia aveva soffocato nel sangue i primi scioperi di protesta del 1970 ai famosi cantieri navali di Danzica che Walesa comprese la necessità di organizzare la ribellione al comunismo. Nel 1979 divenne così a “furor di popolo” la guida del movimento controrivoluzionario, diventando il leader di Solidarnosc, il primo sindacato libero polacco. Nel 1981 Varsavia reagì instaurando la legge marziale e internando Walesa per 11 mesi; ma quando questi, nel 1982, tornò alla testa della rivolta, fu il trionfo nonostante Solidarnosc fosse stata messa ufficialmente fuorilegge. Il braccio di ferro con il potere fu comunque lungo, duro, senza esclusione di colpi; oramai però il destino del comunismo era segnato. E presto tutti i regimi totalitari dell'Est iniziarono a scricchiolare; cominciò in Polonia, finirà con la “casamadre” sovietica.

Walesa, Premio Nobel per la Pace nel 1983, ha sempre combattuto per una vita “senza menzogna”, affidando costantemente la sua buona battaglia alla protezione della Vergine Maria. A capo della Chiesa Cattolica stava un altro polacco, l’“amico” di Walesa san Giovanni Paolo II. Davvero la bugia comunista non poteva sopravvivere.

Oggi giunge finalmente anche nelle sale cinematografiche italiane Walesa, l’uomo della speranza, il film che l’88enne regista polacco Andrzej Wajda dedica a quell’epopea senza precedenti , prendendo spunto dall’intervista che la giornalista italiana Oriana Fallaci realizzò con il sindacalista polacco nel famoso, tetro 1981.
È un’ottima occasione per tornare a parlare ai più giovani di una stagione cupa della storia europea e mondiale oggi rimossa con troppa noncuranza, della violenza palpabilissima pepetrata quotidianamente dalle ideocrazie e soprattutto del coraggio della fede vissuta oggi giorno con speranza anche nelle avversità più dure.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: