domenica 31 maggio 2020
  • 0
NEWS 25 agosto 2016    
Regno Unito: in aumento i pellegrini al santuario di Nostra Signora di Walsingham, circa 300mila

«Sono circa 300 mila all’anno i pellegrini che arrivano a Walsingham. Il numero è andato aumentando, nel corso degli anni, ed è particolarmente alto in quest’anno del Giubileo della misericordia». È quanto afferma Julian Foord, responsabile del coordinamento dei pellegrinaggi, sulle presenze al Santuario mariano più frequentato della Gran Bretagna, che ha recentemente ottenuto da Papa Francesco il titolo di Basilica.

Il Santuario originale raso al suolo, nel 1538, per volere di Enrico VIII

La chiesa situata nel Norfolk, regione a due ore a nordest di Londra, divenne famosa a partire dal 1061, quando la Madonna apparve a una nobildonna sassone del posto, Richeldis de Faverches, e le chiese di costruire una replica della casa della Sacra Famiglia di Nazareth. Raso al suolo, nel 1538, per volere di Enrico VIII, il luogo di culto ha ripreso a vivere alla fine dell’800 non nel posto originario, del quale rimangono soltanto rovine, ma nella cosiddetta «Cappella della ciabatta», là dove i pellegrini si toglievano le scarpe per arrivare scalzi alla Chiesa.

Il recente riconoscimento dello status di Basilica

«Si tratta di una delle cappelle più antiche del mondo dedicate alla Vergine Maria», spiega mons. John Armitage, rettore di Walsingham, citato dall’agenzia Sir, secondo cui «lo status di Basilica è un riconoscimento importante, un’affermazione, da parte della Santa Sede, di questo luogo di culto soprattutto per chi non conosce Walsingham». «Costruiremo anche - conclude Foord - un Centro per ritiri spirituali che abbiamo deciso di chiamare ‘Casa della dote’ perché, nella tradizione cristiana, l’Inghilterra viene chiamata “la dote della Madonna”».

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: