sabato 04 dicembre 2021
  • 0
   
il Timone N. 125 di Luglio 2013

Dopo il genocidio. Cambogia sempre rossa



Negli anni Settanta del secolo scorso si è consumato in Cambogia uno spaventoso genocidio. Circa il 25% della popolazione eliminato in nome del comunismo maoista. Dopo oltre tre decenni e nonostante un costoso processo, giustizia e verità stentano a emergere. Forse perché al potere ci sono ancora dei comunisti, seppure di un’altra fazione

A quasi 30 anni dalla caduta del regime, e dopo un decennio di tentennamenti, nel 2006 si sono aperte a Phnom Penh, capitale della Cambogia, le udienze del Tribunale Penale Internazionale contro i responsabili di un massacr...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Luglio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.