martedì 27 febbraio 2024
  • 0
   
il Timone N. 116 di Settembre 2012

Hà¶lderlin. La poesia come destino


Incompreso dai suoi contemporanei, fu riscoperto da Heidegger nel cuore del ’900. Dotato di una sensibilità fuori del comune, la sua esistenza culminò nella follia. Genio paragonabile a Leopardi o a Wagner, conquistò l’ammirazione di un grande filosofo cattolico come Romano Guardini

Tra Settecento e Ottocento, ci fu un poeta tedesco che visse quasi come un veggente, immerso nella percezione che l’amata epoca della Grecia antica sarebbe presto tornata e che per l’umanità intera, a partire dalla Germania, sarebbe risorta l&rsquo...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Settembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.