giovedì 22 febbraio 2024
  • 0
   
il Timone N. 123 di Maggio 2013

I martiri di Otranto


La gloriosa vicenda di ottocento cristiani che difesero eroicamente la loro città davanti all’avanzata turca. Catturati, preferirono morire piuttosto che abiurare la fede. Il 12 maggio saranno canonizzati

Per chiunque visiti la cattedrale di Otranto, è uno spettacolo a prima vista alquanto macabro: grandi armadi di legno con vetrata contenenti centinaia di teschi e di ossa esposte in una cappella. Ma quella visione commuove se si pensa che si tratta di ottocento martiri, persone trucidate per non aver voluto rinnegare la fede cristiana e abbracciare quella islamica. Sono i martiri di Otranto, la cui canonizzazione era stata annu...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Maggio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.