domenica 19 maggio 2024
  • 0
   
il Timone N. 23 di Gennaio 2003

Juan Donoso Cortès

 

 

Cattolico, lucido pensatore, capace di denunciare i limiti dell’ideologia liberale e di quella social-comunista che si stavano affermando nell’Europa dell’Ottocento.
Solo nel cattolicesimo si trova l’ordine voluto da Dio.

 

Lo spagnolo Juan Donoso Cortés (1809-1853) è stato uno dei più aspri critici della modernità e, in particolare, dei suoi riflessi nell’ambito della teoria e della prassi politiche. In realtà, egli, al tempo degli studi universitari condotti a Salamanca e a Siviglia, aveva maturato idee di stampo liberale e progressista, leggendo le opere di autori come Locke, Condillac, Roussea...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Gennaio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.