domenica 3 marzo 2024
  • 0
di Stefano Biavaschi
il Timone N. 130 di Febbraio 2014

La custodia della carità

«La carità è la virtù teologale per la quale amiamo Dio sopra ogni cosa per se stesso, e il nostro prossimo come noi stessi per amore di Dio» (CCC 1822).
Vi è un dinamismo che lega tutte le creature e da cui non possiamo prescindere: quello dell’amore. Si può amare in modo sbagliato o riduttivo, ma nessuno vive senza farlo, perché Dio ha fondato le relazioni fra le persone sull’amore. Non ha creato l’amore, ma si è posto Egli stesso come sostanza di queste relazioni. La stessa parola “religione” indica questa profonda “relazione” che non è solo verso Dio, ma anche fra le creature. L’essere umano è fatto di questa relazione, per cui la sua identità coincide ...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Febbraio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.