venerdì 1 marzo 2024
  • 0
   
il Timone N. 22 di Novembre 2002

La grandezza di Ambrogio

Il santo vescovo di Milano combatté coraggiosamente per la libertà della Chiesa. Si oppose, quando necessario, al potere politico. E il popolo stava con lui.

Il potere temporale nacque, come è noto, non dalla donazione di Costantino, che è certamente falsa, ma dalla funzione di supplenza che, nel vuoto di potere e, soprattutto di autorità, seguito alla caduta dell’impero romano di Occidente, la Chiesa fu chiamata a svolgere dalle stesse popolazioni dell’Impero. Ma uno stretto legame fra Vescovo e Popolo si era già manifestato sotto l’impero romano-cristiano, quando il rischio non era quello di una assenza dello Stato, ma, semmai, dall’interfere...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Novembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.