sabato 2 marzo 2024
  • 0
di Ariberto Acerbi
il Timone N. 40 di Febbraio 2005

La libertà secondo Cornelio Fabro

 

 

La libertà è la sede delle decisioni radicali in cui l’uomo mete in gioco se stesso. Solo se sceglie Dio come fine ultimo il desiderio umano può essere soddisfatto. Le riflessioni di uno dei più grandi filosofi italiani del dopoguerra.
Cornelio Fabro (1911-1995), di cui ricorre quest'anno il decimo anniversario della morte, è annoverato tra le figure più rilevanti della filosofia italiana del secondo dopoguerra. Sono noti i suoi studi sulla metafisica tomista, le traduzioni dell'opera di Kierkegaard, il monumentale...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Febbraio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.