sabato 2 marzo 2024
  • 0
   
il Timone N. 35 di Luglio 2004

La pillola che uccide

 

 

 

 

Non fu una deviazione, né un tradimento. Stalin dette vita a un sistema ideologico-politico coerentemente marxista-leninista. E in Italia, Paese che Stalin voleva invadere, Togliatti guardò sempre a lui come a un punto di riferimento obbligato.

E’ il contraccettivo più conosciuto. Ha l’aspetto di una normalissima pastiglia ed è considerato lo strumento più semplice e sicuro per evitare di avere figli. Da quando, nel 1955, Gregory Pinkus l’ha messa a disposizione delle donne di tutto il mondo, la pillola è diventata il simbolo della liberazione sessuale...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Luglio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.