giovedì 22 febbraio 2024
  • 0
   
il Timone N. 141 di Marzo 2015

Mandylion, la vera impronta di Cristo

Da Edessa a Costantinopoli, salvato dall’iconoclastia e poi “scomparso” dopo la Quarta Crociata: le traversie del lenzuolo con impressa l’immagine di Cristo che corrisponde alla Sacra Sindone

Edessa (oggi Urfa o Sanliurfa, in Turchia), metropoli del regno e poi provincia romana dell’Osroene al confine con l’impero persiano, fu un fiorente centro di cultura aramaica e del cristianesimo siriaco. Se ne fa risalire l’evangelizzazione al tempo del re Abgar V, contemporaneo di Gesù, come narra Eusebio di Cesarea nella “Storia ecclesiastica” (I,13). A Gesù il re avrebbe scritto per chiedergli la guarigione da una malattia e offrirgli l’ospitalità nel proprio regno. Nella lettera d...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Marzo.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.