venerdì 1 marzo 2024
  • 0
   
il Timone N. 112 di Aprile 2012

Mendicante di eternità


 

Si chiamava don Martino Ceccuzzi e si firmava Idilio Dell’Era. Di lui si disse entusiasta Paul Claudel. Scrisse per Il Frontespizio, Il Giornale del Popolo di Lugano e L’Osservatore romano. Coniugò per tutta la vita il ministero sacerdotale, l’insegnamento nei licei e la poesia. Suo è il testo dell’inno del Palio di Siena

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Aprile.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.