lunedì 29 novembre 2021
  • 0
   
il Timone N. 139 di Gennaio 2015

Napolitano, un po’ comunista un po’ radicale

NAPOLITANO, un po’ comunista un po’ radicale

Mandato presidenziale al capolinea, è tempo di bilanci. Erede legittimo del comunismo gramsciano e togliattiano, ha interpretato il suo ruolo in chiave presidenzialista, usando il suo potere per spingere tutte le battaglie dei radicali, dall’eutanasia alla fecondazione assistita. Con il plauso di Pannella

Giorgio Napolitano, ormai in uscita dal Quirinale, è il primo presidente della Repubblica a provenire dalla storia del comunismo italiano. Tutto ciò assume un forte significato simbolico. Napolitano conclude il lungo percorso dei comunisti italiani, iniziato con la svolta di Salerno di Palmiro Togliatti e con la teoria dell’egemonia di Anto...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Gennaio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.