martedì 21 maggio 2024
  • 0
   
il Timone N. 22 di Novembre 2002

Protestantesimo: valutazioni critiche

 

 

 

Scompare il livello oggettivo e ontologico del cristianesimo. Eliminata la mediazione della Chiesa. La fede,ridotta a sentimento e la religione consegnata ai sovrani e ai principi. È l’essenza del Protestantesimo.

 

 

Alla fin troppo ottimistica concezione rinascimentale dell’uomo si aggiunge, si intreccia e s’oppone una fin troppo negativa concezione dell’uomo. È quella protestante, secondo la quale l’uomo è irrimediabilmente intriso di male, incapace di meritare alcunché, di per sé destinato alla dannazione eterna.
Nell’idea d...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Novembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.