venerdì 21 gennaio 2022
  • 0
di Rino Cammilleri
il Timone N. 124 di Giugno 2013

V

 

 


Come tutti sanno, il segno «v» fu lanciato da Winston Churchill quale iniziale di «victory» e come tale a lungo è stato adoperato. Ma in tempi recenti è stato ripreso da Beppe Grillo per tutt’altri significati nei suoi «vaffa- day». Tuttavia, la sua divulgazione planetaria si deve al fumettista Alan Moore e alla sua graphic novel V for vendetta («vendetta» è una delle tante parole italiane presenti nel vocabolario inglese), da cui è stato tratto un fedele film con Hugo Weaving e Natalie Portman. Nella storia, in un’Inghilterra futuribile e cristiano-fascista, un anarchico indossa la maschera di Guy Fawkes e, vestito come un puritano s...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Giugno.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.