mercoledì 28 ottobre 2020
  • 0
NEWS 6 novembre 2014    
Fraternità  sacerdotale San Pietro, il boom silenzioso dei missionari della liturgia tradizionale

Ha compiuto 26 anni lo scorso luglio la Fraternità Sacerdotale di San Pietro (FSSP), nata nel 1988 da un gruppo di sacerdoti che lasciarono la FSSPX in seguito all’ordinazione di quattro vescovi da parte di monsignor Lefebvre e della conseguente scomunica.

A questa realtà, che ha trovato un radicamento in particolare negli Stati Uniti, in Francia e in Germania, il Timone ha dedicato un servizio nel numero di giugno 2012, sottolineandone la crescita silenziosa quanto sorprendente, sotto diversi punti di vista. Anche per quanto riguarda il numero di Paesi raggiunti da questi sacerdoti-missionari del rinnovamento liturgico attraverso il recupero del rito romano tradizionale.

Oggi la Fraternità – come si legge sul suo sito, insieme a una serie di grafici che ne fotografano lo stato e la vitalità - conta 253 sacerdoti, 160 seminaristi (nei seminari di Denton, in Usa, e di Wigratzbad, in Germania). Il suo apostolato tocca 120 diocesi, 214 fra chiese e capelle. Mentre sono 30 le parrocchie che sono state affidate loro da altrettanti vescovi.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: