sabato 05 dicembre 2020
  • 0
NEWS 27 maggio 2014    
il silenzioso deragliamento delle teologhe italiane: oltre un terzo favorevole al sacerdozio femminile

«Per quanto riguarda l’ordinazione delle donne, la Chiesa ha parlato e ha detto no. Giovanni Paolo II si è pronunciato con una formulazione definitiva, quella porta è chiusa». L’ha ricordato l’hanno scorso Papa Francesco, se mai ce ne fosse ancora bisogno.

Per questo lascia, come dire, un filo stupiti il dato che emerge dal libro «Le pietre scartate. Indagine sulle teologhe in Italia» della sociologa Carmelina Chiara Canta (Franco Angeli editore) e ripreso con grande evidenza dal sito del Coordinamento delle Teologhe Italiane. Ovvero, che sul sacerdozio femminile le teologhe italiane sarebbero tra il 13% e 14% «molto d’accordo», tra il 23% e il 24% «d’accordo», tra il 41% e il 43% «perplesse» e solo il 23%-24% di loro si dice «decisamente in disaccordo».

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: