sabato 05 dicembre 2020
  • 0
NEWS 22 maggio 2014    
Lily: da femmina triste a Leo, maschio gaio. «Curato» in una clinica doc. Ha solo 12 anni… E la mamma ride…
Si chiamava Lily, adesso si chiama Leo. «Mi sarei ucciso se fossi rimasto una femmina», dice. Lily/Leo Waddell ha però 12 anni. Vive a Lowstoft, nel Suffolk, in Inghilterra. Triste perché era femmina, si è messo in cura alla premiata clinica Tavistock and Portman di Londra e si è mascolinizzato (cose ne dicono quelli che s'imbufaliscono quando qualcuno afferma che l'omosessualità si può "curare"?...).

Lily/Leo è uno dei soggetti su cui sono stati condotti i test che la clinica londinese ha praticato su ragazzini di età compresa tra i 12 e i 14 anni. La struttura ha pronta anche una nuova terapia, da rivolgere a individui ancora più giovani, 9 anni. Scopo? Beffare la natura fingere che il gender sia una questione di gusti e così giocare a fare Dio.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: