sabato 31 ottobre 2020
  • 0
NEWS 11 luglio 2014    
«Miei sono i cieli, mia la terra, tutto è mio. Perchè Dio è mio». La via dei mistici per guarire dall’invidia

Mi ha sempre affascinato Giovanni della Croce che diffonde a piene mani la ricchezza a chiunque lo accosti leggendone le opere: “Miei sono i cieli, mia la terra, tutto è mio… perché Dio è mio”.

Appena mi immergo in questa “ricchezza” infinita, mi sento liberare da ogni cupidigia, ingordigia, invidia, gelosia… Questa presa di coscienza mi infonde forza liberante.

Questa mattina, distraendomi, consideravo e inseguivo le “fortune” e la “stima” che persone a me non simpatiche  stanno ricevendo a piene mani e a mio discapito.

Appena m’accorsi che minacciavo di entrare nel vortice amaro dell’invidia e della gelosia, mi ripetei: “Miei sono i cieli…” Questa luce mi svegliò e non solo mi ridonò la pace, ma mi spinse a donare anche a queste persone invidiate il sorriso di chi ha tutto in abbondanza e non manca di nulla.

Questa presa di coscienza guarisce me e gli altri dal senso di frustrante orfanezza così diffuso; è il male dell’umanità che insegue il vento.

Del resto è proprio l’amarezza del vuoto e del “vento” che ti respinge e ti “costringe” a rituffarti con maggior determinazione nel mare della fiducia e a impossessarti della tua ricchezza immensa: “Miei sono i cieli… Dio è mio”.

Padre Andrea Panont OCD

Qui la magnifica "orazione dell'anima innamorata" di san Giovanni della Croce.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: