mercoledì 29 giugno 2022
  • 0
di Valerio Pece
il Timone N. 216 di Aprile 2022

A Roma il 21 maggio scende in strada la vita

Donum vitae, Alleanza Cattolica, il Forum delle Associazioni Socio Sanitarie, la Vigna di Rachele, la Federazione Italiana Scuole Materne (Fism), l’Associazione Medici Cattolici Italiani (AMCI), l’Associazione Meter di don Forunato Di Noto, Associazione Amici dei Bambini (AI.BI), Citizen Go, l’Associazione Nazionale Famiglie Numerose, il Centro Studi Rosario Livatino. Sono solo alcune delle sigle che il 21 maggio a Roma aderiranno alla Manifestazione Nazionale per la Vita, il nuovo evento pro life italiano destinato a ricordare a tutti che – si legge nel Manifesto – «nell’accoglienza della vita stanno le risorse dell’intelligenza e del cuore per rinnovare la società». Il Timone ha incontrato il professor Massimo Gandolfini, portavoce dell’evento romano.

Professor Gandolfini, la Manifestazione Nazionale per la Vita è la nuova Marcia per la Vita?

«Non esattamente. Innanzitutto non si può chiamare Marcia per la Vita perché il Comitato precedente conserva la proprietà del nome. Si chiamerà, appunto, Manifestazione Nazionale per la Vita e sarà il grande evento che ogni anno riunirà tutti coloro che difendono e promuovono il diritto alla vita dal concepimento alla morte naturale…»

Per leggere l’intervista acquista Il Timone o abbonati

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Aprile.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche