mercoledì 28 febbraio 2024
  • 0
di Roberto Beretta
il Timone N. 52 di Aprile 2006

«Come un atto d’amore»


Così era sentita la Crociata dai contemporanei, secondo uno dei maggiori studiosi del movimento crociato. Intervista allo storico Jonathan Riley-Smith.

«Fare la crociata era sentito come un atto d’amore al prossimo». Altro che dipingere (lo fa l’ultimo film di Ridley Scott, dedicato appunto a Le Crociate) il «buon» Saladino come principe colto e generoso e il «cattivo» Riccardo Cuor di Leone da spietato e rozzo invasore… Le crociate furono anzitutto (o almeno così le consideravano i contemporanei) la coraggiosa difesa di fratelli di fede, minacciati dall’espansionismo ...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Aprile.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.