mercoledì 24 aprile 2024
  • 0
   
il Timone N. 78 di Dicembre 2008

Don Camillo e il comunismo

 

 

Guareschi denunciò con coraggio la mattanza operata in Emilia contro i “nemici” del marxismo. La sua fu un’inflessibile condanna del comunismo – il peccato – mai disgiunta dalla misericordia e dall’affetto per i peccatori. L’unica alternativa ai “rossi”? Il cristianesimo.

Indro Montanelli era solito dire che non si può capire l'Italia del '48, quella divisa fra comunisti e popolo bianco, senza aver letto Guareschi. Sicuramente il ruolo giocato da Giovannino in quella cruci...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Dicembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.