venerdì 02 dicembre 2022
  • 0
di AnnaMaria Cenci
il Timone N. 26 di Luglio 2003

I figli di Giacobbe

 

 

 

Giacobbe, che avrebbe voluto avere in sposa solo Rachele, si trovò ad avere due mogli e, di esse, solo Lia era feconda. Sia Rachele che Lia avevano una loro schiava: Sila quella di Rachele, Zilpa quella di Lia. Ciò che è scritto in Genesi 29 può sorprendere chi ben conosce quanto dice Gesù riguardo al matrimonio che, nel progetto di Dio, esige l’unione di un solo uomo con una sola donna.
Da Adamo a Noè, ad Abramo e Isacco, quel progetto fu rispettato. Abramo si rassegnava a non avere figli per non avere una seconda moglie, se Sara, che era sterile, non lo avesse indotto a unirsi alla sua schiava Agar, pur di dargli una discendenza. Egli non poteva immaginare che Dio avrebbe reso feconda Sara all’età di 9...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Luglio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.