venerdì 02 dicembre 2022
  • 0
di Eugenio Corti
il Timone N. 23 di Gennaio 2003

Il comunismo non è finito

 

 

Dato troppo presto per spacciato, il comunismo sopravvive con la dittatura degli “intellettuali organici”.
Che incalzano lo stesso partito, quando si mostra poco efficace politicamente.
Emarginato chi si oppone.

 

 

È luogo comune che il comunismo sia finito. In realtà è finito (e neanche dappertutto) il comunismo leninista, ma gli è subentrato, e sempre più si sta sviluppando, il comunismo gramsciano, il quale alla dittatura leninista del proletariato, che attuava l’eliminazione fisica degli oppositori, sostituisce la dittatura degli intellettuali “organici al...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Gennaio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.