sabato 01 ottobre 2022
  • 0

Eugenio Corti

Eugenio Corti (Besana in Brianza, 21 gennaio 1921) è scrittore fuori da ogni gruppo o scuola, noto soprattutto per il romanzo Il cavallo rosso, pubblicato nel 1983 che è stato tradotto in varie lingue. Tra gli scritti di Corti si ricordano anche I più non ritornano (1947) drammatico diario della ritirata di Russia della Seconda Guerra Mondiale alla quale l'autore ha partecipato come sottotenente d'artiglieria; il romanzo Gli ultimi soldati del re (1994) sulla guerra di liberazione dell'Italia; i racconti per immagini La terra dell'Indio (1998), L'isola del paradiso (2000) e Catone l'antico (2005), e la tragedia teatrale Processo e morte di Stalin, rappresentata per la prima volta il 3 aprile 1962 al Teatro della Cometa di Roma dalla Compagnia Stabile di Diego Fabbri. Nel corso degli anni, Eugenio Corti ha condotto una profonda e lucida analisi sugli avvenimenti del secondo Novecento, da lui vissuti in prima persona, con grande capacità di indagine storica ed attenzione agli sviluppi della società, incoraggiando il recupero dei valori umani e spirituali venuti meno in seguito ai conflitti bellici e all'affermarsi del pensiero ideologico.All'autore sono stati conferiti vari riconoscimenti, tra cui l'Ambrogino d'Oro dal Comune di Milano (dicembre 2007), il premio Isimbardi dalla Provincia di Milano (dicembre 2009) e, il 9 febbraio 2010, il premio "Lombardia per il Lavoro" dalla Regione Lombardia. E' morto il 4 febbraio 2014.

News

Articoli