giovedì 22 febbraio 2024
  • 0
di FrancescoMario Agnoli
il Timone N. 132 di Aprile 2014

Il Papa voleva la pace

La voce di Benedetto XV si è alzata chiara e forte contro la Grande Guerra, l’«inutile strage». Ma i cattolici del continente si muovevano fra l’insegnamento del Papa e il nazionalismo dei rispettivi Stati

Quando, il 3 settembre 1914, il cardinale Giacomo Paolo Giovanni Battista della Chiesa, arcivescovo di Bologna, venne eletto al soglio pontificio, era passato poco più di un mese dall’inizio del conflitto destinato a passare alla storia come Grande Guerra. Saranno questo evento, nel quale l’Europa correva incosciente verso il suicidio, e la continua ricerca di una pace «giusta e duratura» a caratterizzare l’intero Pontificato di Benedetto XV. Alla guerra e alla pace ...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Aprile.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.