martedì 21 maggio 2024
  • 0
di AA. VV.
il Timone N. 239 di Maggio 2024

Il segreto della felicità? È la fedeltà coniugale

La famiglia è la «società naturale fondata sul matrimonio». Così, pur partendo da sensibilità valoriali e orientamenti politici anche molto distanti, i nostri Padri costituenti definirono l’istituto familiare. A decenni di distanza non solo quella concezione di famiglia pare radicalmente trasformata all’insegna, come noto, del “love is love”, ma si è fatta largo l’idea che gli affetti familiari siano una questione esclusivamente privata, che debbono essere i gusti individuali a fondare e disfare, quando non più appagati. Ma le cose stanno davvero così?

Realmente la famiglia può essere sacrificata sull’altare dell’ego, sbarazzandosi peraltro di ogni riferimento a Dio? Sul dossier di maggio del Timone a rispondere negativamente a tali quesiti, esortando ad una nuova valorizzazione della «società naturale fondata sul matrimonio» sono il cattolico Brad Wilcox, accademico e massimo esperto statunitense di sociologia della famiglia – che evidenzia, dati alla mano, come ancora oggi il segreto della felicità sia la fedeltà coniugale – e Melissa Kearney, economista docente all’Università del Maryland, la quale sottolinea come la compresenza di padre e madre sia un bene non solo i per i figli, ma per l’intera società.

Una società in cui la famiglia si disgrega, spiega infatti l’economista, è una società che a sua volta si frammenta e progressivamente si impoverisce, facendo largo a degrado e declino; a suffragare tutto ciò, anche qui, sono dati inconfutabili. Chiudono il dossier del Timone di maggio tre testimonianze di giovani spose – Francesca Parisi, Debora Lorenzi e Cristina Zenoni – le quali, raccontando la loro esperienza, tentano di dare una risposta ad una domanda in fondo semplice, ma anche oggi pare mettere in crisi: «Cosa significa unirsi in matrimonio in Cristo?».

Per leggere il dossier acquista Il Timone o abbonati

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Maggio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.