sabato 18 maggio 2024
  • 0
   
il Timone N. 64 di Giugno 2007

La conversione di un condannato a morte

 

 

La straordinaria storia di Jacques Fesch, una vita dissoluta e un omicidio. Poi l’incontro con Cristo, che lo conduce sereno all’appuntamento con la ghigliottina.

 

È norma le pensare al carcere come ad un’esperienza che metta fine alla vita in senso lato, un’esperienza di “morte” sociale e personale. Ma anche da lì, dal punto più basso della comunità umana, si può rinascere alla vita e alla fede. Molte sono le storie che potremmo citare, dal buon ladrone a colui che uccise la piccola Maria Gorett...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Giugno.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.