mercoledì 22 maggio 2024
  • 0
di Massimo Caprara
il Timone N. 45 di Luglio 2005

L’eccidio di Porzus

 

Partigiani non comunisti assassinati in Friuli nel 1945. Uno degli episodi più oscuri della Resistenza. La responsabilità del Pci. Un misfatto che continua per decenni tra condanne, amnistie e rimozione.

 

Il proditorio agguato e l’assassinio di ventuno persone fra le quali una donna sono il tragico epilogo di una fra le più spietate vicende della guerra civile condotta dalla parte comunista, italiana e slovena, appoggiata dalle truppe di Josip Broz, il Maresciallo Tito, contro chiunque non aderisse al loro sciovinismo e non accettasse la loro violenza di classe.
I fatti...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Luglio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.