venerdì 02 dicembre 2022
  • 0
di Massimo Caprara
il Timone N. 22 di Novembre 2002

L’indomito Primate

 

 

 

Jòzsef Mindszenty, Primate d’Ungheria, testimone della fede e della libertà, processato e incarcerato dal regime comunista, liberato durante la rivolta del 1956, rifugiato nell’ambasciata americana, incompreso anche da molti pastori.
Un trionfatore che L’Unità definì “Un vinto”!

 

Il Cardinale-Principe Jòzsef Mindszenty, Primate d’Ungheria, Arcivescovo di Veszprém e poi dell’Arcidiocesi di Esztergom, percorse come un modello di perseveranza, indipendenza e luce gli anni bui del comunismo e del nazismo in Ungheria dal 1919 al ’71. “Quando qualcuno fa una dichiarazione, il più delle volte s...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Novembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.