mercoledì 28 febbraio 2024
  • 0
   
il Timone N. 33 di Maggio 2004

L’uomo della Provvidenza

 

 

 

 

 

 

Quando, nel 1938, il governo fascista presentò al Senato i provvedimenti di discriminazione nei riguardi degli ebrei, il senatore Benedetto Croce non si presentò nell’aula di Palazzo Madama. E non per marcare così il suo dissenso, visto che né prima né dopo (almeno fino a quando durò il regime) protestò contro quelle leggi. E neanche perché avrebbe rischiato qualcosa se avesse fatto un intervento polemico: era intoccabile, sia per il suo prestigio internazionale, sia per l’interesse di Mussolini a lasciarlo in pace, mostrando così che il suo governo non era una tirannia che non s...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Maggio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.