domenica 16 giugno 2024
  • 0
   
il Timone N. 101 di Marzo 2011

Ma come parla?


 

Il linguaggio delle ideologie (e dei politici) è strumentale, concepito per manipolare. Allusivo e volutamente indeterminato. Cancella e riscrive il passato, denigra il presente ed è decentrato verso il futuro

Le parole che usiamo, per scelta o per inerzia, esprimono certi significati (pochi o molti che siano) invece che altri e l’utilizzo consapevole di certe parole al posto di altre persegue non di rado degli obiettivi ideologici. Ci concentriamo di seguito appunto su alcune (non certo tutte) caratteristiche del ling...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Marzo.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.