venerdì 02 dicembre 2022
  • 0
di AA. VV.
il Timone N. 221 di Ottobre 2022

Mistero Harry Potter

Poco più di un quarto di secolo fa, nel giugno 1997, Harry Potter e la Pietra Filosofale faceva la sua prima comparsa sugli scaffali delle librerie inglesi. 25 anni dopo si può dire che quello non fu che il principio di un fenomeno globale, il debutto di una saga di libri, film, giochi da tavolo e gadget che ha fatto epoca.

Per questo è tempo di un bilancio sia questa su realtà – editoriale, cinematografica e in definitiva di costume – sia sulla mente da cui tutto ciò è stato ideato: quella di J. K. Rowling la quale, da sconosciuta autrice quale era, è divenuta in questi anni a diventare addirittura la seconda donna più ricca del Regno Unito, subito dopo la da poco defunta regina Elisabetta II.

Nel frattempo questa scrittrice è, come noto, divenuta una pure avversaria della dittatura gender; per questo, sul Timone di ottobre, Roberto Manfredini riepiloga con chiarezza – e senza sconti – le sorprese di cui la mitica saga, da partire dalla sua autrice, è stata capace, mentre Giuliano Guzzo segnala come la Rowling fosse nel mirino di certo femminismo perché nei suoi testi maschi e femmine sono ben differenti.

A seguire, Emiliano Fumaneri delinea un ritratto della biografia e dell’iter spirituale, segnato da luci e da penombre, di J. K. Rowling. Infine, Mario Arturo Iannaccone chiude il dossier sull’argomento mettendo in luce come quanto di buono e quanto di insidioso resti nella narrazione che ha per protagonista il maghetto più celebre del pianeta.

Per leggere il dossier acquista Il Timone o abbonati

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Ottobre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.