mercoledì 21 febbraio 2024
  • 0
di Roberto Beretta
il Timone N. 28 di Novembre 2003

Natale festa della “carne”

L’Incarnazione nel grembo di Maria e la nascita dell’Uomo-Dio nella grotta di Betlemme fanno del cattolicesimo una religione che non prescinde mai dal corpo.
Al contrario di tante eresie, e della Riforma protestante.
Intervista a Lucetta Scaraffia.

Una volta che Natale cadeva di venerdì, alcuni frati scrupolosi chiesero a san Francesco se si dovesse digiunare oppure no. Rispose il Poverello, che pure non temeva le quaresime e faceva incessantemente la corte a Madonna Povertà: “Digiunare a Natale? Anzi, in quel giorno santo e benedetto persino i muri dovrebbero mangiare carne. ...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Novembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.