domenica 21 luglio 2024
  • 0
di Stefano Biavaschi
il Timone N. 29 di Gennaio 2004

Non nominare il nome di Dio invano

 

 

 

Qual è il nome di Dio? Dio si è rivelato all’umanità progressivamente e sotto diversi nomi, ma “la rivelazione del Nome divino fatta a Mosè nella teofania del roveto ardente, alle soglie dell’Esodo e dell’Alleanza del Sinai, si è mostrata come la rivelazione fondamentale per l’Antica e la Nuova Alleanza” (CCC, n. 204). Dio ha un nome, non è una forza anonima. Il nome esprime l’essenza, l’identità della persona, il senso della sua vita. Svelare il proprio nome è farsi conoscere agli altri, è consegnare se stesso rendendosi in qualche modo accessibile, disponibile ad es...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Gennaio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.