sabato 01 ottobre 2022
  • 0
   
il Timone N. 68 di Dicembre 2007

Pirandello l’affamato di Dio

 

 

Autore di commedie e novelle divertenti e insieme drammatiche, è stato uno dei simboli migliori della letteratura del '900. Pagine dolenti, le sue, in cui la vita appare una follia infinita. Ma in questa disperazione si insinua la nostalgia per Cristo.

Con Pascoli e D'Annunzio, Luigi Pirandello esercitò una prolungata influenza sulla letteratura, al punto da meritare nel 1934 il premio Nobel. La messa in scena dei suoi drammi ha dominato le platee per gran parte de...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Dicembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.