venerdì 30 luglio 2021
  • 0
   
il Timone N. 141 di Marzo 2015

Quel Cristo che interrogava gli imperatori

 
Prima di Costantino vi furono vari tentativi di rendere legale il cristianesimo, ma per diversi motivi
non andarono in porto.
Alla simpatia verso il Cristianesimo da parte di alcuni imperatori si opponeva l’ostilità del Senato,
le cui deliberazioni offrirono poi a Nerone il pretesto giuridico per le persecuzioni

Costantino (imperatore dal 312 al 337) annullò l’illegalità del Cristianesimo nell’Impero abrogando il senatoconsulto (la deliberazione) che nel 35 l’aveva istituita.
Prima di lui, vi furono vari tentativi di fare altrettanto, che però, per diversi motivi, non andarono in porto. L’equipa...

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Marzo.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.